Terapie notturne

Il momento in cui si è più soli, è la notte – quando l’insonnia ti abbraccia e tutto il mondo intorno dorme. Dorme, il mondo, dorme. E tu sei lì, che respiri ed osservi il buio che ti ricopre come fosse la tua coperta – relegato nell’eterno inverno dell’oscurità.
Non si è mai più soli quanto durante una notte insonne. E questa notte, è la mia notte. Questa notte, è quella notte.
Ed anche il rumore più delicato può diventare il più sinistro dei rumori infernali, perché queste notti sono la nostra piccola tortura, i nostri incubi che diventano reali.
Forse che non dormiamo proprio perché abbiamo paura di sognare, di sognare incubi?
Eppure queste sono le notti che ricorderemo, le notti che impareremo ad amare perché queste saranno le nostre – terapie notturne.

Annunci