Maledetto e consumato

La verità è che non ce la fai più. Non ce la fai più e ti basta anche una foto, una vecchia foto, una canzone o un diario nascosto in un luogo che conosci soltanto tu a far riaffiorare la stessa disperazione, la nostalgia, il pianto ed il rimpianto – perché, guardandoti indietro, riconosci a te stesso che qualcosa di più poteva accadere, qualcosa di semplicemente diverso, perché, si sa, non c’è niente di male nel combattere per ciò che si ama.
Così, resti trafitto dal passato: maledetto e consumato, logorato.
E non ce la fai, continui a non farcela. Speri sempre di rialzarti, ma non basta, non basta niente. Una partita a calcetto, gli studi, le serate fra amici, giocare col cane, tutto questo è appena sufficiente a fungere da anestetico contro il dolore – ma gli effetti analgesici hanno durata breve, troppo breve ed io non sono un drogato; la mia droga era altra e quella droga mi ha maledetto e consumato.
Maledetto, consumato.

Annunci

24 thoughts on “Maledetto e consumato

      1. Vero, ma il più delle volte quello che scrivi è più che esauriente (oltre che interessante, soprattutto gli articoli di critica storica e arti marziali) e non saprei davvero cosa aggiungere.

        Liked by 1 persona

      2. Ho parlato delle Foibe…alla fine mi scambiano per pazzo, quando invece voglio creare riflessioni. Le Foibe per tanti sono un crimine ed io racconto che, per quanto gli eccessi ci sono stati, sono state una conseguenza delle violenze reazionarie. Tra l’altro, le prime Foibe, le fecero gli italiani contro gli slavi…ma vabbè…storie lunghe e delicate! Non pretendo di aver ragione come non pretendo di essere capito…non sono un professore ahahah
        Ti ringrazio della fiducia ma ti invito a commentare, qualsiasi cosa e se hai voglia…certo!

        Liked by 1 persona

      3. Ah tranquillo, sono del parere che la Storia vada letta sulla base del nesso causale, senza farsi scrupoli etici e morali…
        E se avrò qualche idea interessante, te lo farò sapere 🙂

        Liked by 1 persona

      1. Lo so ….la sensazione che manchi qualcosa ma magari quando non te lo aspetti ecco che compare.Pare che per ogni situazione che finisce ce ne sia una nuova…
        e tu nn te ne sei accorto… chissà.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...