Terrorizzato, da te

Sei comunque stata tu la mia più grande fonte d’ispirazione.
Questa è una verità — e non si tradisce. Questa è una verità che non si tradisce e che non resterà mai fuori luogo. Questo m’illuderà, m’illuderà che tu non sia fuori luogo con me, fuori luogo per te, fuori luogo dove siamo e non siamo noi. M’illuderò, m’illuderai.
Non m’importa. Non mi importa più della sofferenza, perché ho già sofferto così tanto che qualunque altro dolore non potrà essere che un tuo lieve pizzicotto sul mio braccio.
Ti starai chiedendo se a te ci tenga davvero? Se mi piaccia dirti quanto sei bella e tenerti fra le mie braccia? Se non sia musica per me ascoltare il tuo respiro durante notti insonni?
Sì, di te me ne importa. E sono terrorizzato. Sono terrorizzato da una vita interiore che porta nascoste dentro di sé gioie e meraviglie, paure e tristezze, odi et amo. Sono terrorizzato — terrorizzato da te.

Ma la meraviglia, dicono i filosofi, nasce dal terrore.
Allora tu, per me sei meravigliosa. 


Mi hai meravigliato quella sera e continui a farlo.
Tuo, M.
∃x(φ)

Annunci

4 thoughts on “Terrorizzato, da te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...